0

In Brodo di Giuggiole

phonto (4)

Il momento è giunto: allo scoccare del sesto mese di solito le mamme dei lattanti si affacciano, alcune con cautela altre con decisione, al fantastico mondo delle PAPPE! Che lo Svezzamento abbia inizio!

Qualche giorno fa ho incontrato un’amica che come me ha un bimbo di sei mesi ed ovviamente sull’argomento abbiamo speso parole e parole, confrontandoci, interrogandoci e perchè no emozionandoci! Mi ha colpito  la rassicurazione del suo pediatra: dopo averle consegnato tutte le indicazioni di base davanti al suo volto concentrato l’ha rassicurata dicendole  ” Signora! Non si sbaglia! ” . Poche parole ma molto importanti che danno forza alle mamme che dopo aver affrontato i primi mesi di vita dei loro bimbi , si apprestano ad enormi cambiamenti! Il mio piccolo Zeno , ad esempio,  ha gradito molto le prime pappe ma dopo circa una settimana evidentemente il suo istinto di lattante ha intuito che gradualmente lo stavo privando del seno … se prima si svegliava solo una volta per la poppata notturna adesso mi sta attaccato quasi tutta la notte effetto Koala! I cambiamenti turbano la sicurezza dei nostri cuccioli sta a noi rassicurarli e cercare di non perdere l’entusiasmo … un consiglio che mi piace regalare alle amiche? Mamme quando potete RIPOSATE! La salute mentale e fisica di una mamma è molto molto molto importante!

QUALCHE CONSIGLIO

Il Piccolo già da un mesetto dovrebbe aver cominciato ad assaggiare la frutta per questo la prima pappa è consigliabile farla a base di brodo vegetale usando verdure dolci per natura, dal sapore delicato e dal basso potere allergizzante: patate, carote e zucchine sono gli elementi consigliati per preparare il primo brodino. Alla base di brodo deve essere aggiunta farina di riso o di mais e tapioca, semolino,ecc… un filo di olio extra vergine di oliva e un cucchiaino di parmigiano.LA PAPPA è SERVITA!

Con il passare dei giorni al brodo si possono aggiungere le verdure frullandole inizialmente a piccole dosi e con il tempo aumentando e mischiandole tra di loro … In questo modo il bambino potrà abituarsi  gradualmente ai diversi sapori, sapori che comunque sono in accordo con quelli dolciastri della frutta e del latte.

Solo in seguito si potrà passare  ad altre verdure: spinaci, bietole, pomodori, ecc… è preferibile che siano di stagione e sempre fresche.La verdura dovrebbe essere possibilmente cotta al vapore  indicata perché mantiene intatto il contenuto di vitamine che si disperdono durante la bollitura.Se non si  dispone di una pentola per la cottura a vapore, si possono cuocere le verdure appoggiando una grata su una pentola con un po’ d’acqua bollente.

INGREDIENTI

Una Carota

Una Zucchina

Una Patata

Un Cucchiaio di olio Extra Vergine di Oliva

Un Cucchiaio di Parmigiano

1 Litro di  Acqua Fredda

In una pentola profonda,  all’acqua fredda aggiungere le verdure lavate e far cuocere 30/40 minuti dal momento in cui inizierà a bollire. Il Brodo è pronto per diventare pappa con l’aggiunta di farinate o semolino; un filo d’olio e un cucchiaio di parmigiano concludono il piatto … BUON APPETITO PICCOLINI!

 

 

0

Ricomincio da … Zeno!

Omo

 

Arrivato troppo in fretta, il quinto mese di vita è quello in cui si cominciano i primi assaggi di frutta, in cui si fanno i primi passi verso il percorso dello svezzamento.  “Ricomincio” , perchè è il mio secondogenito ma senza nessuna voglia di ricominciare , con il desiderio di  far passare i suoi primi mesi di vita il più lentamente possibile. Perchè?  Il primo mese in cui una donna partorisce è forse il più difficile ma anche quello che con il passare degli anni scorderà meno, è come vivere in una enorme BOLLA: amici, parenti,marito si prendono cura del bimbo e della mamma come fossero creature speciali, quasi aliene; il  cucciolo dipende solo da te,mamma, solo te riconosci i suoi pianti e le sue esigenze; Odorate degli stessi profumi,  dormite di giorno, di notte, se dorme uno dorme l’altro, senza un orario preciso alla ricerca insieme di una quotidianità  … giornate che volano,stancanti ma che poi mancheranno! Con l’inizio della svezzamento si apre un altro emozionante capitolo, ma se ne chiude uno altrettanto coinvolgente che mi mancherà da impazzire! Non fraintendetemi sono felicissima che mio figlio cresca sano e forte, ma non posso provare che malinconia quando penso alla prima volta che ci siamo conosciuti, il momento in cui ho veramente realizzato di aver cresciuto per nove mesi una creatura nel mio ventre, i piedi così piccoli e le dita così lunghe, gli occhi gonfi dalle lacrime e la ricerca istintiva del seno.

Sospiro un po’ commossa e  … RICOMINCIO DA ZENO!

DOLCI ASSAGGI

Nel V mese di vita del bimbo cominciano i primi assaggi di frutta: mela e pere sono quelli consigliati per cominciare il percorso, ma se il bambino apprezza si possono azzardare altri assaggi cercando di privilegiare sempre frutta di stagione fresca. Come cucinarli? Non c’è cosa più semplice!

MELA, PERA : data la loro natura possono essere semplicemente grattate con le ” classiche ” grattugie da svezzamento

BANANA: scegliere una banana matura e dopo averla sbucciata schiacciarla con una forchetta

OMOGENEIZZATI di FRUTTA: Anche a  casa  è possibile creare tutti i tipi di omogeneizzato che si desidera  in pochi minuti combinando diversi tipi di frutta e creando creme ,facilissime da ingerire per il bambino. Basta cuocere la frutta scelta come si preferisce ( al Vapore, nel Cuoci-Pappa, Bollita) e successivamente farla frullare con un goccio di acqua calda di cottura. Suggerisco qualche classico  abbinamento : mela e pera, mela e banana,pera e banana,prugna e mela, kiwi e mela, albicocca e mela, pesca e mela. 

0

Zucca,Carota,Zucchina … Non è la solita Cremina!

foto (8)

 

Non sono un’amante dei surgelati, se posso ne faccio a meno o li faccio da me, ma voglio essere onesta sono comodi e pronti in pochi minuti e ormai si trova in commercio prodotti di qualità, biologici e a prezzi onesti! Lavorare con i ritmi di ora, avere dei figli e servire una cena calda e impeccabile alle 20 di sera a volte non è facile, i surgelati sono una buona ancora di salvezza!

In una sera in cui ero disperata ( per la cena! ) e di corsa mi sono imbattuta nelle creme surgelate di una famosa marca : mi hanno subito colpito gli abbinamenti delle verdure originali e l’aspetto invitante … li ho acquistati e provati. Il sapore non era male, ma il mio scopo era quello di provare gli stessi abbinamenti usando verdure fresche e un tocco di personalità, il risultato? Ottimo!

INGREDIENTI:

Una Carota

Mezza Zucchina Sbucciata

100 Gr di Zucca

Due Cucchiai di Crema di Riso o di Pastina per Bambini

Un Bicchiere di Brodo Vegetale

Un Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva

Un Cucchiaio di Parmigiano

Cuocere le Verdure sbucciate e tagliate in piccoli pezzi in un pentolino di acqua per circa 20 minuti. Frullare con il frullatore ad immersione le verdure direttamente nella pentola e ridurle in una crema densa: aggiungere al composto il brodo, far bollire e completare con due cucchiai di crema di riso o pastina per bambini da far cuocere direttamente nella crema, un cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva e il Parmigiano.

BUON APPETITO PICCOLINI!

0

Pappa Mais e Tapioca in Crema Pel di Carota

foto

Il frigorifero completamente vuoto o quasi non è mai capitato a nessuno??? Finchè sei solo te a doverti nutrire non è un problema, scendi e compri una pizza, ti fai un piatto di pasta con l’ultimo filo di olio rimasto nella bottiglia,un pezzo di formaggio e via, ma quando fuori piove, è Febbraio ed hai un bimbo piccino di 6/7 mesi e soprattutto non hai la minima intenzione di  metterti in marcia verso negozi o supermercati ,che fare? Innanzitutto non bisogna  arrendersi e perdere le speranze! Apri il cassettone del frigorifero una carota non può non esserci!

Era una giornata invernale fatta di pioggia fredda e stanchezza data da  una notte un pò insonne … non mia … del bimbo ovviamente e non avevo energie che mi aiutassero a vestire me, lui ed uscire di casa. L’obbiettivo della giornata era fare la pappa e metterlo a nanna per poi godermi un meritato riposino sul divano!!!Nel mio frigorifero una carota c’è sempre!!! Rovisto il surgelatore e trovo vaschettine di coniglio congelate accuratamente, in monoporzioni da cucciolo, per i momenti di emergenza come questi! E ritrovo la carica!Dopo questa pappa dal sapore dolce dolce Leandro è crollato tra le mie braccia e il meritato riposo è arrivato! Obbiettivo raggiunto!

BUON RIPOSO MAMME!

 

 

INGREDIENTI:

 UNA CAROTA

80 Gr. CONIGLIO

Due Cucchiaio di Crema Mais e Tapioca

Un Cucchiaio Oilo Extra Vergine di Oliva

Due Cucchiaini di Parmigiano Reggiano

 

Grattare la superficie della carota fino a toglierle il primo strato di pelle terrosa , lavarla più volte sotto acqua corrente, dopo di che tagliarla a piccole rondelle e farla bollire in un pentolino di acqua per una buona mezz’ ora, fino a che non sarà ben cotta.Cuocere al vapore la Carne nel Cuocipappa o in un colino coperto sopra la carota e frullarla insieme alla carota direttamente nel pentolino con la sua acqua di cottura utilizzando il minipimer ad immersione o il  cuocipppa modalità frullatore. Aggiungere i cucchiai di farina di Mais e Tapioca a pioggia girando con un cucchiaio: se la crema risulta troppo densa aggiungere acqua calda o brodo vegetale caldo. Concludere con Olio e Parmigiano.

BUON APPETITO PICCOLINI!

0

Semolino del Bian Coniglio

image

Da piccola era festa quando mio babbo mi faceva trovare sulla tavola un vassoio pieno di Coniglio Fritto! Sapevo in cuor mio che se lo cucinava lo faceva per me, perchè era ed è uno dei piatti che preferisco. Quel vassoio sulla tavola era un messaggio: il coniglio quel giorno era stato comprato dal miglior macellaio o se possibile direttamente dal contadino, la cucina era stata messa sotto sopra e sporcata nei suoi angoli più nascosti e l’odore di fritto ci avrebbe accompagnato per molte ore della giornata, tutto questo per farmi felice!

Non ho ancora cucinato fritto a Leandro, ma quando posso cerco di trasmettere messaggi nei piatti che gli cucino, penso che lo comprenda: lui sa che se gli cucino i suoi piatti preferiti lo faccio per vederlo sorridere di gioia! Quando gli ho cucinato la prima volta il coniglio è stato subito amore! Tutto la Mamma!

Un aiuto da non sottovalutare per lo svezzamento dei propri bimbi è usare cibi per natura dolci: le patate e le carote sono un chiarissimo esempio di natura dolce! Anche per la scelta della carne possiamo fare le stesse scelte: il coniglio e l’agnello sono carni molto dolci, digeribili e che in cottura non diventano secchi ma mantengono la propria morbidezza.

INGREDIENTI:

Tre / Quattro cucchiai di Semolino ( consiglio tipologia grana fine per neonati )

Una patata piccola

80 gr di Coniglio

Un Bicchiere di brodo vegetale

Due cucchiai di Parmigiano

Un Cucchiaino di Olio Extra Vergine di Oliva

Far cuocere in un pentolino di acqua una piccola patata per 20 / 30 minuti. Cuocere al vapore il coniglio tagliato in piccoli pezzi: consiglio di usare il cuocipappa o una vaporiera perchè cuoce la carne in maniera uniforme e velocemente, in alternativa usare il vecchio metodo: posizionare sopra un pentolino di acqua un colino della stessa circonferenza della pentola con dentro i pezzettini di carne e coprire il tutto con un coperchio lasciando una piccola fessura da cui far lasciare uscire il vapore.

Frullare la patata e il coniglio ( attenzione che non rimangano le ossa ) aggiungendo il brodo vegetale e mettere tutto sul fuoco: quando la vellutata sarà calda versarla in un piattino fondo e aggiungere a pioggia ,girando, il semolino; se la crema fosse troppo soda aggiungere un pò di brodo. Finire il piatto con un filo di olio e parmigiano.

BUON APPETITO PICCOLINI!