0

Vellutata Porri e Patata ( TEDESCA! )

 

phonto

Partire per una breve vacanza a Berlino  con due bimbi di 16 mesi e tre anni ? Fatto!

E’ stato facile? NO!

 Mi sono rilassata? NO!

Lo rifarei? SI, anche subito … perchè ? Perchè mi restano ricordi bellissimi!

Mio fratello ormai non abita più in Italia da sette-otto anni: i primi sei anni li ha trascorsi a Londra e da poco si è trasferito a Berlino. Questo suo errare ha giustificato i miei innumerevoli soggiorni all’estero ma con i bimbi non avevo ancora osato un viaggio così impegnativo … posso affermare che è stata una esperienza interessante! Mentre i bambini tedeschi di tutte le età hanno passato le due ore di volo a giocare composti a sedere nel proprio seggiolino chiedendo con toni pacati ai loro genitori ciò di cui avevano bisogno , noi abbiamo dato SPETTACOLO! Lo stesso spettacolo è andato in onda tutti i giorni in bar,ristoranti, musei, ludoteche, il tutto incorniciato da una pioggia che ha insistito sulle nostre teste per tutti e quattro i giorni di soggiorno … eppure a distanza di un mese mi restano solo i bei ricordi: mio fratello che si gode i suoi nipoti, dormire tutti insieme in un lettone distrutti dalla stanchezza, mentre  le creature dormono nei passeggini approfittare esplorando luoghi nuovi

 Etichettati come la solita famiglia italiana ce ne siamo fregati e siamo andati avanti

Il porro è un ingrediente della cucina che sta subendo un lento riconoscimento delle proprietà nutrizionali e della versatilità in cucina. E’ un ortaggio

                     INGREDIENTI

  • 1 patata media
  • 1/2 porro (solo la parte bianca)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva 
  • 300 ml di brodo vegetale
  • 2 Cucchiai di Latte
  • prezzemolo fresco
  • sale .

 

Togliere le foglie più esterne del porro, lavarlo, tagliarlo a tocchetti e trasferirlo in una   pentola con un filo di olio. Farlo soffriggere per un paio di minuti ed aggiungere le patate sbucciate e tagliate a cubetti; aggiungere il brodo vegetale o l’acqua calda ; Far lessare le verdure per 25/30 minuti. Quando le verdure saranno cotte frullarle con il minipimer ad immersione dopo aver aggiunto il latte,  il risultato sarà una purea liscia. Aggiungere il  parmigiano, il sale e mescolare.

 

 

0

Zuppa di Fagioli/Ceci Magici

image

Ormai ci avviciniamo a i quattro anni e mi accorgo solo ora quanto sia cambiato il suo modo di parlare,riflettere, pormi le domande e soprattutto FARE LE RICHIESTE! Ogni giorno,più volte al giorno il mio bimbo alla promessa che sarà buono e farà il bravo chiede in cambio un regalo … ovviamente non riceve doni tutti i giorni,  la gioia non sarebbe più gioia ma diventerebbe una routine e il regalo perderebbe di valore. Ma diciamoci la verità, ogni tanto è bello vederli felici, saltare mentre stringono un pacco tra le mani e ti ringraziano , abbracciano e baciano … forse son  gioie che si esauriscono in fretta ma a i genitori aiutano spesso a sentirsi meno in colpa.

Un giorno alla solita richiesta del regalo ho risposto” Se tu potessi chiedere qualsiasi cosa, anche l’oggetto più assurdo cosa vorresti?” ” TRE FAGIOLI MAGICI!” Niente di più facile! In un piccolo barattolino di vetro su un letto di cotone bagnato ho disposto tre fagioli! Altro che gioia, ho visto proprio l’emozione nei suoi occhi. I fagioli hanno dato i loro germogli e pian pianino stanno crescendo, ogni giorno li guardiamo,misuriamo, annaffiamo e coccoliamo aspettando il momento in cui diventeranno piante giganti! I suoi sogni si infrangeranno quando vedrà che la pianta non arriverà fin sopra le nuvole? L’ho chiesto direttamente a mio figlio e la sua risposta mi ha stupito come sempre: ” Mamma se la pianta non arriverà fino alle nuvole non importa, potremo mangiarci i fagioli! “

    INGREDIENTI

100 g di Zucca

20 g di Porro ( facoltativo a seconda della dieta del bambino )

100 g di Fagioli Lessi o Ceci

Un Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva

Sale Facoltativo

Acqua o Brodo Vegetale

Pastina o Dadini di Pane Riscaldato in Forno

Sbucciare la zucca e tagliarla a dadini.  In un tegame far soffriggere nell’olio  il porro tagliato a rondelle , facendo attenzione a non bruciarlo.Quando la zucca sarà tenera unire anche i ceci e continuare a cuocere per 4 o 5 minuti, finché l’acqua non si sarà ridotta . Togliere quindi il tegame dal fuoco e frullare con il minipimer;  se la crema dovesse essere troppo densa basta diluirla con un po’ di acqua o di brodo. Quando la crema risulterà  liscia e omogenea rimettere il tegame sul fuoco e  cuocere ancora  per 4-5 minuti, mescolandola spesso, finché non si addensa . Cuocere direttamente nella crema la pastina preferita o concludere il piatto con qualche crostino di pane cotto al forno!

BUON APPETITO PICCOLINI!

0

C’è Un Coccodrillo sotto il Mio Letto!

 

FullSizeRender (4)

Dopo la Rabbia, la Paura è una di quelle emozioni forti e negative che i bimbi piccoli gestiscono con non poche difficoltà.Mi sento di consigliare questo libro perché le affronta  in maniera semplice , quasi banale ma efficace. Prima di farci travolgere dalle paure fermiamoci a riflettere e proviamo ad osservare le cose da un punto di vista diverso: i bambini hanno paura del buio,della solitudine delle loro camerette, dell’acqua, dei rumori troppo forti e perché no … di un coccodrillo sotto il letto! Il buio si può illuminare, il vuoto si può riempire,in acqua si può galleggiare e i rumori si possono abbassare o sovrastare e con i coccodrilli ci si può anche giocare!

Le paure vanno affrontate e rispettate, possiamo aiutare i nostri bimbi a non temere ciò che li può rendere felici e divertirli ma è nostro compito accettare ciò di cui non si fidano.

Un buon Frullato ci sta sempre bene!!!

BUONA MERENDA PICCOLI!

 INGREDIENTI

Mezza Pera Matura

Mezza Banana Matura

125 gr di Yogurt Intero Naturale

Un Biscottino

Il procedimento è facilissimo: in un frullatore o nel Cuoci-pappa con opzione frullatore, fare girare e montare tutti gli ingredienti!Se il bimbo preferisce il frullato  più liquido aggiungere un goccio di latte.Più semplice e buono di così!

0

In Brodo di Giuggiole

phonto (4)

Il momento è giunto: allo scoccare del sesto mese di solito le mamme dei lattanti si affacciano, alcune con cautela altre con decisione, al fantastico mondo delle PAPPE! Che lo Svezzamento abbia inizio!

Qualche giorno fa ho incontrato un’amica che come me ha un bimbo di sei mesi ed ovviamente sull’argomento abbiamo speso parole e parole, confrontandoci, interrogandoci e perchè no emozionandoci! Mi ha colpito  la rassicurazione del suo pediatra: dopo averle consegnato tutte le indicazioni di base davanti al suo volto concentrato l’ha rassicurata dicendole  ” Signora! Non si sbaglia! ” . Poche parole ma molto importanti che danno forza alle mamme che dopo aver affrontato i primi mesi di vita dei loro bimbi , si apprestano ad enormi cambiamenti! Il mio piccolo Zeno , ad esempio,  ha gradito molto le prime pappe ma dopo circa una settimana evidentemente il suo istinto di lattante ha intuito che gradualmente lo stavo privando del seno … se prima si svegliava solo una volta per la poppata notturna adesso mi sta attaccato quasi tutta la notte effetto Koala! I cambiamenti turbano la sicurezza dei nostri cuccioli sta a noi rassicurarli e cercare di non perdere l’entusiasmo … un consiglio che mi piace regalare alle amiche? Mamme quando potete RIPOSATE! La salute mentale e fisica di una mamma è molto molto molto importante!

QUALCHE CONSIGLIO

Il Piccolo già da un mesetto dovrebbe aver cominciato ad assaggiare la frutta per questo la prima pappa è consigliabile farla a base di brodo vegetale usando verdure dolci per natura, dal sapore delicato e dal basso potere allergizzante: patate, carote e zucchine sono gli elementi consigliati per preparare il primo brodino. Alla base di brodo deve essere aggiunta farina di riso o di mais e tapioca, semolino,ecc… un filo di olio extra vergine di oliva e un cucchiaino di parmigiano.LA PAPPA è SERVITA!

Con il passare dei giorni al brodo si possono aggiungere le verdure frullandole inizialmente a piccole dosi e con il tempo aumentando e mischiandole tra di loro … In questo modo il bambino potrà abituarsi  gradualmente ai diversi sapori, sapori che comunque sono in accordo con quelli dolciastri della frutta e del latte.

Solo in seguito si potrà passare  ad altre verdure: spinaci, bietole, pomodori, ecc… è preferibile che siano di stagione e sempre fresche.La verdura dovrebbe essere possibilmente cotta al vapore  indicata perché mantiene intatto il contenuto di vitamine che si disperdono durante la bollitura.Se non si  dispone di una pentola per la cottura a vapore, si possono cuocere le verdure appoggiando una grata su una pentola con un po’ d’acqua bollente.

INGREDIENTI

Una Carota

Una Zucchina

Una Patata

Un Cucchiaio di olio Extra Vergine di Oliva

Un Cucchiaio di Parmigiano

1 Litro di  Acqua Fredda

In una pentola profonda,  all’acqua fredda aggiungere le verdure lavate e far cuocere 30/40 minuti dal momento in cui inizierà a bollire. Il Brodo è pronto per diventare pappa con l’aggiunta di farinate o semolino; un filo d’olio e un cucchiaio di parmigiano concludono il piatto … BUON APPETITO PICCOLINI!

 

 

0

Ricomincio da … Zeno!

Omo

 

Arrivato troppo in fretta, il quinto mese di vita è quello in cui si cominciano i primi assaggi di frutta, in cui si fanno i primi passi verso il percorso dello svezzamento.  “Ricomincio” , perchè è il mio secondogenito ma senza nessuna voglia di ricominciare , con il desiderio di  far passare i suoi primi mesi di vita il più lentamente possibile. Perchè?  Il primo mese in cui una donna partorisce è forse il più difficile ma anche quello che con il passare degli anni scorderà meno, è come vivere in una enorme BOLLA: amici, parenti,marito si prendono cura del bimbo e della mamma come fossero creature speciali, quasi aliene; il  cucciolo dipende solo da te,mamma, solo te riconosci i suoi pianti e le sue esigenze; Odorate degli stessi profumi,  dormite di giorno, di notte, se dorme uno dorme l’altro, senza un orario preciso alla ricerca insieme di una quotidianità  … giornate che volano,stancanti ma che poi mancheranno! Con l’inizio della svezzamento si apre un altro emozionante capitolo, ma se ne chiude uno altrettanto coinvolgente che mi mancherà da impazzire! Non fraintendetemi sono felicissima che mio figlio cresca sano e forte, ma non posso provare che malinconia quando penso alla prima volta che ci siamo conosciuti, il momento in cui ho veramente realizzato di aver cresciuto per nove mesi una creatura nel mio ventre, i piedi così piccoli e le dita così lunghe, gli occhi gonfi dalle lacrime e la ricerca istintiva del seno.

Sospiro un po’ commossa e  … RICOMINCIO DA ZENO!

DOLCI ASSAGGI

Nel V mese di vita del bimbo cominciano i primi assaggi di frutta: mela e pere sono quelli consigliati per cominciare il percorso, ma se il bambino apprezza si possono azzardare altri assaggi cercando di privilegiare sempre frutta di stagione fresca. Come cucinarli? Non c’è cosa più semplice!

MELA, PERA : data la loro natura possono essere semplicemente grattate con le ” classiche ” grattugie da svezzamento

BANANA: scegliere una banana matura e dopo averla sbucciata schiacciarla con una forchetta

OMOGENEIZZATI di FRUTTA: Anche a  casa  è possibile creare tutti i tipi di omogeneizzato che si desidera  in pochi minuti combinando diversi tipi di frutta e creando creme ,facilissime da ingerire per il bambino. Basta cuocere la frutta scelta come si preferisce ( al Vapore, nel Cuoci-Pappa, Bollita) e successivamente farla frullare con un goccio di acqua calda di cottura. Suggerisco qualche classico  abbinamento : mela e pera, mela e banana,pera e banana,prugna e mela, kiwi e mela, albicocca e mela, pesca e mela.