0

Vellutata Porri e Patata ( TEDESCA! )

 

phonto

Partire per una breve vacanza a Berlino  con due bimbi di 16 mesi e tre anni ? Fatto!

E’ stato facile? NO!

 Mi sono rilassata? NO!

Lo rifarei? SI, anche subito … perchè ? Perchè mi restano ricordi bellissimi!

Mio fratello ormai non abita più in Italia da sette-otto anni: i primi sei anni li ha trascorsi a Londra e da poco si è trasferito a Berlino. Questo suo errare ha giustificato i miei innumerevoli soggiorni all’estero ma con i bimbi non avevo ancora osato un viaggio così impegnativo … posso affermare che è stata una esperienza interessante! Mentre i bambini tedeschi di tutte le età hanno passato le due ore di volo a giocare composti a sedere nel proprio seggiolino chiedendo con toni pacati ai loro genitori ciò di cui avevano bisogno , noi abbiamo dato SPETTACOLO! Lo stesso spettacolo è andato in onda tutti i giorni in bar,ristoranti, musei, ludoteche, il tutto incorniciato da una pioggia che ha insistito sulle nostre teste per tutti e quattro i giorni di soggiorno … eppure a distanza di un mese mi restano solo i bei ricordi: mio fratello che si gode i suoi nipoti, dormire tutti insieme in un lettone distrutti dalla stanchezza, mentre  le creature dormono nei passeggini approfittare esplorando luoghi nuovi

 Etichettati come la solita famiglia italiana ce ne siamo fregati e siamo andati avanti

Il porro è un ingrediente della cucina che sta subendo un lento riconoscimento delle proprietà nutrizionali e della versatilità in cucina. E’ un ortaggio

                     INGREDIENTI

  • 1 patata media
  • 1/2 porro (solo la parte bianca)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva 
  • 300 ml di brodo vegetale
  • 2 Cucchiai di Latte
  • prezzemolo fresco
  • sale .

 

Togliere le foglie più esterne del porro, lavarlo, tagliarlo a tocchetti e trasferirlo in una   pentola con un filo di olio. Farlo soffriggere per un paio di minuti ed aggiungere le patate sbucciate e tagliate a cubetti; aggiungere il brodo vegetale o l’acqua calda ; Far lessare le verdure per 25/30 minuti. Quando le verdure saranno cotte frullarle con il minipimer ad immersione dopo aver aggiunto il latte,  il risultato sarà una purea liscia. Aggiungere il  parmigiano, il sale e mescolare.

 

 

0

Zuppa di Fagioli/Ceci Magici

image

Ormai ci avviciniamo a i quattro anni e mi accorgo solo ora quanto sia cambiato il suo modo di parlare,riflettere, pormi le domande e soprattutto FARE LE RICHIESTE! Ogni giorno,più volte al giorno il mio bimbo alla promessa che sarà buono e farà il bravo chiede in cambio un regalo … ovviamente non riceve doni tutti i giorni,  la gioia non sarebbe più gioia ma diventerebbe una routine e il regalo perderebbe di valore. Ma diciamoci la verità, ogni tanto è bello vederli felici, saltare mentre stringono un pacco tra le mani e ti ringraziano , abbracciano e baciano … forse son  gioie che si esauriscono in fretta ma a i genitori aiutano spesso a sentirsi meno in colpa.

Un giorno alla solita richiesta del regalo ho risposto” Se tu potessi chiedere qualsiasi cosa, anche l’oggetto più assurdo cosa vorresti?” ” TRE FAGIOLI MAGICI!” Niente di più facile! In un piccolo barattolino di vetro su un letto di cotone bagnato ho disposto tre fagioli! Altro che gioia, ho visto proprio l’emozione nei suoi occhi. I fagioli hanno dato i loro germogli e pian pianino stanno crescendo, ogni giorno li guardiamo,misuriamo, annaffiamo e coccoliamo aspettando il momento in cui diventeranno piante giganti! I suoi sogni si infrangeranno quando vedrà che la pianta non arriverà fin sopra le nuvole? L’ho chiesto direttamente a mio figlio e la sua risposta mi ha stupito come sempre: ” Mamma se la pianta non arriverà fino alle nuvole non importa, potremo mangiarci i fagioli! “

    INGREDIENTI

100 g di Zucca

20 g di Porro ( facoltativo a seconda della dieta del bambino )

100 g di Fagioli Lessi o Ceci

Un Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva

Sale Facoltativo

Acqua o Brodo Vegetale

Pastina o Dadini di Pane Riscaldato in Forno

Sbucciare la zucca e tagliarla a dadini.  In un tegame far soffriggere nell’olio  il porro tagliato a rondelle , facendo attenzione a non bruciarlo.Quando la zucca sarà tenera unire anche i ceci e continuare a cuocere per 4 o 5 minuti, finché l’acqua non si sarà ridotta . Togliere quindi il tegame dal fuoco e frullare con il minipimer;  se la crema dovesse essere troppo densa basta diluirla con un po’ di acqua o di brodo. Quando la crema risulterà  liscia e omogenea rimettere il tegame sul fuoco e  cuocere ancora  per 4-5 minuti, mescolandola spesso, finché non si addensa . Cuocere direttamente nella crema la pastina preferita o concludere il piatto con qualche crostino di pane cotto al forno!

BUON APPETITO PICCOLINI!

0

L’Uovo di Colombo

phonto (2)

L’espressioneUovo di Colombo si usa quando si descrive un modo incredibilmente banale di risolvere un problema che sembrava senza soluzione. Si racconta che Cristoforo Colombo durante un banchetto a cui era stato  invitato  al suo ritorno dall’ America , alcuni gentiluomini spagnoli cercarono di sminuire le sue imprese, dicendo che chiunque ci sarebbe riuscito.Colombo li sfidò a mettere un uovo diritto sul tavolo, senza che cadesse:non riuscendoci, sfidarono Colombo, chiedendo anche a lui di farlo: il navigatore battè leggermente l’uovo sul piano e lì lo lasciò, dritto e fermo. Gli spagnoli si lamentarono affermando che anche loro potevano fare una cosa così e Colombo rispose che loro l’avrebbero potuto fare, ma lui l’aveva fatto!

Affrontare le scelte che si pongono durante lo svezzamento a volte sembra difficile, ci si affida alle ultime ricerche in ambito di allergie, alle mode, alle opinioni delle amiche e di parenti ma a volte scegliere è molto più semplice di quello che si pensa … quando introdurre l’uovo nella dieta dei vostri  bimbi ? Usiamo anche un pò di sano istinto! L’uovo è un alimento molto nutriente ma di non facile digestione, introdurlo con calma dopo qualche mese di svezzamento partendo dal tuorlo cotto è la scelta che ho fatto io: sono decisioni non banali, anzi sono importanti ma dopo aver ascoltato e ascoltato e ascoltato far ciò che si sente rende il percorso molto più sereno e la decisione sarà UN UOVO DI COLOMBO!

INGREDIENTI

Mezza Zucchina

Un Tuorlo Cotto Bollito

Un Cucchiaio di Parmigiano

Un Cucchiaio di Ricotta

Due Cucchiai di Pastina-Fili d’ Angelo

Saltare in un filo di Olio Extra Vergine di Oliva o Bollire la Zucchina tagliata a Julienne con una grattugia dai buchi larghi: devono risultare piccoli pezzi e molto fini. In una ciotola schiacciare con una forchetta il tuorlo cotto di un uovo fatto bollire precedentemente in acqua calda e unire  ricotta e  parmigiano lavorando sempre con la forchetta fino ad ottenere una consistenza cremosa. In acqua calda far cuocere la pastina, io ho scelto fili d’angelo, scolarla a cottura ultimata ed unirla alla crema di uovo e alle zucchine cotte . se necessario far saltare la pastina un minuto in padella per riscaldarla ed eventualmente asciugarla un pò. Il risultato sarà una carbonara leggera ma dal gusto importante che mangio volentieri anche io se voglio togliermi ” LA VOGLIA ” ma senza sentirmi in colpa!!!

BUON APPETITO PICCOLINI!

 

0

Zucca,Carota,Zucchina … Non è la solita Cremina!

foto (8)

 

Non sono un’amante dei surgelati, se posso ne faccio a meno o li faccio da me, ma voglio essere onesta sono comodi e pronti in pochi minuti e ormai si trova in commercio prodotti di qualità, biologici e a prezzi onesti! Lavorare con i ritmi di ora, avere dei figli e servire una cena calda e impeccabile alle 20 di sera a volte non è facile, i surgelati sono una buona ancora di salvezza!

In una sera in cui ero disperata ( per la cena! ) e di corsa mi sono imbattuta nelle creme surgelate di una famosa marca : mi hanno subito colpito gli abbinamenti delle verdure originali e l’aspetto invitante … li ho acquistati e provati. Il sapore non era male, ma il mio scopo era quello di provare gli stessi abbinamenti usando verdure fresche e un tocco di personalità, il risultato? Ottimo!

INGREDIENTI:

Una Carota

Mezza Zucchina Sbucciata

100 Gr di Zucca

Due Cucchiai di Crema di Riso o di Pastina per Bambini

Un Bicchiere di Brodo Vegetale

Un Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva

Un Cucchiaio di Parmigiano

Cuocere le Verdure sbucciate e tagliate in piccoli pezzi in un pentolino di acqua per circa 20 minuti. Frullare con il frullatore ad immersione le verdure direttamente nella pentola e ridurle in una crema densa: aggiungere al composto il brodo, far bollire e completare con due cucchiai di crema di riso o pastina per bambini da far cuocere direttamente nella crema, un cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva e il Parmigiano.

BUON APPETITO PICCOLINI!

0

VERDURISSIMI Tubini

foto

Da piccola aspettavo l’arrivo della stagione calda con grande eccitazione perchè significava  LIBERTA’: libertà dagli impegni scolastici, libertà dai vestiti pesantissimi imposti da mamme freddolose, libertà nelle ore di sonno e di gioco, ma con il passare degli anni  ho cominciato ad intravedere nelle stagioni più fredde un rifugio sicuro, piacevole quasi rassicurante.L’ Inverno è cupo, è freddo e scuro, è silenzio, è la pace sotto una coperta di lana, è malinconia nella pioggia , è freddo che rigenera … è fatto di Natura che vive  e che resiste! Le Verdure invernali  nascondono sapori forti e decisi .. e sono perfette per Zuppe Calde e Creme gustose, basta abbinarle nel modo giusto!

In queste giornate freddissime la Zuppa sul fuoco crea l’atmosfera giusta! BUON APPETITO PICCOLINI!

 

 INGREDIENTI

Quattro Foglie di Spinaci

Una Foglia di Verza

Quattro Ciuffetti Indivia Scarola

Un Cucchiaio di Latte

Un Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva

Un Cucchiaio di Parmigiano

Pulire accuratamente le verdure , tagliarle e farle cuocere in un pentoline di acqua per circa 15 minuti. Frullare con il minipimer le verdure direttamente nella pentolina con il proprio brodo fino a creare una crema dopo di che aggiungere il latte. Cuocere i TUBINI direttamente nella crema aggiungendo acqua calda o brodo vegetale caldo se la crema fosse troppo densa e farli cuocere per il tempo dovuto. Cuocere la pasta direttamente nel condimento migliora il suo sapore e le dona ancora più gusto! A fine cottura concludere il piatto con un filo di olio e il parmigiano.